Globalscope a Milano: il bilancio di Palladio Corporate Finance

Palladio Corporate Finance e Benedetti & Associati, con il sostegno di CBA – Studio legale e tributario, hanno organizzato la conferenza semestrale di Globalscope, network internazionale di boutique di M&A provenienti da 41 Paesi.

glob3

Hanno partecipato all'evento, dal 28 al 31 marzo, 170 tra advisor e investment bankers. L'inaugurazione si è tenuta a Milano, nella suggestiva location di Palazzo Visconti, ed ha ospitato un keynote di Erik Nielsen, Chief Economist di Unicredit, concentrato sulle potenzialità finanziarie dell'Italia. 

Globalscope prevede conference call settimanali tra gli specialisti dei settori economici (Consumer, Financial Services, Life Sciences, Industrials, Services, Technology, Media & Telecoms), incontri trimestrali a livello europeo e semestrali a livello globale. Palladio Corporate Finance e Benedetti & Associati, soci italiani del network, sono stati i padroni di casa per il primo dei due eventi mondiali del 2017 (il secondo si terrà a in Australia, a Perth, il prossimo ottobre).  

valentino globalscope

Riunioni come questa rappresentano appuntamenti fondamentali per la crescita professionale e per la tessitura di relazioni utili alle imprese. La conferenza italiana ha consentito di illustrare alcune best practice a livello finanziario e di marketing; di stringere ulteriormente la collaborazione all'interno del network e con le società di private equity. Si sono tenuti incontri tra gli esperti di settore e tra i singoli partecipanti, in rappresentanza dei propri clienti. 

L'efficacia di questo approccio è confermato dai numeri: nel 2016, come ha sottolineato il presidente di Globalscope Russell D’Alba, i soci del network hanno concluso 120 operazioni, per un controvalore superiore ai 2,2 miliardi di dollari.

“È stato un evento di grande successo e un'opportunità - sottolinea Lorenzo Valentino, CEO di Palladio Corporate Finance - non solo per Palladio Corporate Finance e i membri di Globalscope, ma anche per il mercato nazionale: è stata un vetrina grazie alla quale condividere quanto di buono offre l'Italia in termini di M&A”.